Castello-Verres

Verrès Il castello di Verrès

Il castello di Verrès
Com’è fatto il Castello di Verrès?

Si può accedere al Castello di Verrès tramite una vecchia mulattiera che parte dalla scalinata di piazza Emile Chanoux e giunge ai piedi dei bastioni cinquecenteschi del castello nel punto dove si apre l’ingresso preceduto, un tempo, dal ponte levatoio principale ed affiancato ancora oggi da uno secondario riservato ai pedoni.

Sul portale si notano lo stemma del conte Renato di Challant e un’iscrizione latina che elogia il grande conte Renato il quale abbellì l’interno e munì l’esterno di strutture belliche. Entrando nel castello si notano finestre, portali, volumi di forme e stili diversi, indice di una successione di interventi.

I tre piani dell’edificio sono collegati da un monumentale scalone in pietra. Gli ambienti sono spogli, ma è interessante osservare la simmetria degli spazi, le sale destinate alle armi e alle guardie al piano terreno e i locali riservati ai signori, al primo piano. Questi ultimi raccolgono la luce del sole grazie alle eleganti finestre bifore, cioè divise in due parti, mentre la grande sala da pranzo è collegata da un passavivande alla cucina padronale, dotata di tre grandi camini.

Per saperne di più ti consigliamo una visita guidata di circa 30 minuti.

Ti lasciamo con un piccolo mistero: numerose sono state le strategie per rendere invincibile e inattaccabile il castello e… particolare è la trappola del suo ingresso che permetteva di sconfiggere i nemici anche qualora questi fossero riusciti ad entrare nel castello!

Il castello di Verrès La Storia

La prima tappa obbligatoria è senza dubbio il castello di Verrès, un magnifico esempio di architettura medievale militare e feudale perfettamente cubica che possentemente domina il sottostante borgo da uno sperone di roccia rialzato. 

Il castello, inizialmente proprietà dei signori De Verretio, passò poi in eredità a Ibleto di Challant il quale nel 1390 pose mano ai lavori che fecero assumere all’edificio l’aspetto attuale.

Tuttavia fu Renato di Challant che nel 1536 rinnovò gran parte dell’edificio: fece costruire una cinta muraria munita di cannoniere e torrette poligonali da offesa, rese l’ingresso più sicuro mediante la realizzazione dell’antiporta con il ponte levatoio e l’apertura di feritoie, provvide all’apertura di nuove finestre a crociera e nuove porte ad arco e arricchì gli interni con nuovi arredi. 

Dopo l’estinzione della casata Challant, agli inizi del XIX secolo, il castello fu abbandonato ma salvato successivamente grazie ad un gruppo di intellettuali piemontesi accomunati dalla passione per il Medioevo.

Com’è fatto il Castello di Verrès? 

Si può accedere al Castello di Verrès tramite una vecchia mulattiera che parte dalla scalinata di piazza Emile Chanoux e giunge ai piedi dei bastioni cinquecenteschi del castello nel punto dove si apre l’ingresso preceduto, un tempo, dal ponte levatoio principale ed affiancato ancora oggi da uno secondario riservato ai pedoni.

Sul portale si notano lo stemma del conte Renato di Challant e un’iscrizione latina che elogia il grande conte Renato il quale abbellì l’interno e munì l’esterno di strutture belliche. Entrando nel castello si notano finestre, portali, volumi di forme e stili diversi, indice di una successione di interventi.

I tre piani dell’edificio sono collegati da un monumentale scalone in pietra. Gli ambienti sono spogli, ma è interessante osservare la simmetria degli spazi, le sale destinate alle armi e alle guardie al piano terreno e i locali riservati ai signori, al primo piano. Questi ultimi raccolgono la luce del sole grazie alle eleganti finestre bifore, cioè divise in due parti, mentre la grande sala da pranzo è collegata da un passavivande alla cucina padronale, dotata di tre grandi camini.

Per saperne di più ti consigliamo una visita guidata di circa 30 minuti.

Ti lasciamo con un piccolo mistero: numerose sono state le strategie per rendere invincibile e inattaccabile il castello e… particolare è la trappola del suo ingresso che permetteva di sconfiggere i nemici anche qualora questi fossero riusciti ad entrare nel castello!

la Murasse

Via delle Murasse, Verrès, AO, Italia

Scopri ↝

Il castello di Verrès

Castello di Verrès, Località Château, Verrès, AO, Italia

Scopri ↝

Champdepraz

Champdepraz, AO, Italia

Scopri ↝

Challand Saint-Victor

Challand-Saint-Victor, AO, Italia

Scopri ↝

Challand-Saint-Anselme

Challand-Saint-Anselme, AO, Italia

Scopri ↝

Ayas

Ayas, AO, Italia

Scopri ↝