32332

Valsavarenche Rifugio Vittorio Emanuele

Il rifugio del primo re d'Italia

Il vecchio rifugio, costruito nel 1884 ed ancora in uso, è stato affiancato dall’edificio attuale con tetto a forma parabolica, inaugurato nel 1961. Entrambi sono dedicati al primo re d’Italia Vittorio Emanuele II di Savoia, grande frequentatore della zona soprattutto per le battute di caccia.

Il sentiero più accessibile parte dal villaggio di Pont dove si può lasciare la macchina nel  grande parcheggio presso l’Hotel Gran Paradiso.

Superato il ponte sul Savara a sinistra la mulattiera percorre una buona parte del pianoro nel vallone di Seyraz per poi inerpicarsi nel bosco di larici fino a raggiungere una balconata rocciosa da cui si ammira tutto l’anfiteatro del vallone sottostante.

Durante la salita si affianca una cascata sul torrente Chanté, per poi procedere con un lungo traverso che conduce a un tratto roccioso, superato agevolmente su scalini.

Si continua lungo il sentiero (segnavia 1) e si giunge finalmente al Rifugio Vittorio Emanuele II.

la storica mulattiera reale

Frazione Vers le Bois, Valsavarenche, AO, Italia

Scopri ↝

rifugio savoia

Rifugio Savoia, Valsavarenche, AO, Italia

Scopri ↝

rifugio chabod

Rifugio Chabod, Valsavarenche, AO, Italia

Scopri ↝

Rifugio Vittorio Emanuele

Rifugio Vittorio Emanuele II, Localita Moncorve, Valsavarenche, AO, Italia

Scopri ↝

Villaggio di Nex

Frazione Nex, Valsavarenche, Aosta, Italia

Scopri ↝