Caricando il contenuto
Navigation
Account

Torrette Superiore DOP – Vigne Planté – Gerbelle

‹Ritorna indietro
Visualizza carrello “Nus DOC – Lo Triolet” è stato aggiunto al tuo carrello.
Descrizione

Descrizione prodotto

Torrette Superieur Vigne Planté

 

Informazioni Aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Producer

Vitigno

, , ,

Bottiglia

Denominazione vino

Origine

Recensioni (0)

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni

Be the first to review “Torrette Superiore DOP – Vigne Planté – Gerbelle”

Didier Gerbelle

Fare vino per Didier Gerbelle è questione di perizia e passione, ma soprattutto è una tradizione di famiglia che affonda le radici all’inizio del Novecento.

“Il nonno – racconta Didier – ha imbottigliato il suo vino, qui ad Aymavilles, fino al 1989.”

Leggi il profilo completo »

Le Nostre Offerte

biscotto alla farina di castagne Vista Veloce

Biscotti alle castagne – Bonne Vallée – Chappoz

Biscotti alle Castagne Le castagne sono da sempre un elemento importantissimo nella tradizione gastronomica della Bassa Valle d'Aosta. Silvio e la sua famiglia hanno quindi raccolto questa secolare tradizione valdostana, facendola propria e sfornando questi deliziosi biscotti, prodotti con farina di castagne, secondo la tipica ricetta di Donnas. Se inzuppati, magari in una bella tazza di latte e miele, costituiscono un'ottima colazione, energetica e genuina.
 4.50 IVA inclusa Acquista
pane di segale intero Vista Veloce

Pane Nero di segale, Pan Nèr – Panificio Frassy

Pane nero di Segale, in dialetto chiamato Pan Nèr. La tradizione insegna che il pane nero si fa seccare su delle rastrelliere per poter così avere il prodotto tutto l'inverno conservato in maniera ottimale. Ettore ci dice in più che "il pane nero da far seccare è da acquistare tra Novembre e Febbraio 10 giorni dopo la luna crescente fino all'ultimo quarto di luna". Tradizione e savoir faire per ottenere un pane nero genuino e di qualità. Ingredienti del mitico pane nero valdostano sono: lievito madre naturale (prodotto da Ettore tutti i giorni), farina bianca, farina di segale, sale e acqua. Il pane della Tradizione Valdostana! Peso indicativo: 1Kg
 5.00 IVA inclusa Acquista

Prodotti Correlati

Vista Veloce

Gamay – Lo Triolet

Gamay - Lo Triolet      
 12.50 IVA inclusa Acquista
Non disponibile Bottiglia Vallée d'Aoste Valle d'Aosta Vista Veloce

Fumin DOC – Les Granges

Fumin DOC Valle d'Aosta Un vino rosso autoctono dalle piacevoli sensazioni olfattive. Gualtiero racconta: "la buona esposizione dei miei vigneti e l'affinamento 50% in botti di acciaio e 50% in rovere permette a questo vino di esprimersi al massimo delle sue potenzialità". Un vino che sta facendo la storia della Valle d'Aosta, riscoperto da poco e ormai diventato un vino di successo, il Fumin ha un profumo intenso e al palato si presenta vellutato e morbido. Conservazione Se conservato in locali con temperature tra i 10° e i 15° il Fumin non può che migliorare. La bottiglia coricata e non esposta alla luce garantisce al Fumin un buon invecchiamento (3/5 anni) che ne esalta il sapore e i profumi. Come bere il Fumin Da accompagnare con carni rosse, selvaggina in generale, civet e formaggi con lunga stagionatura per esaltarne a pieno il sapore intenso.
 19.00 IVA inclusa Per saperne di più
Bottiglia che dice no alla chimica in vigna Vista Veloce

Na! – vino naturale della Valle d’Aosta – Gerbelle

Na! - Torrette Superieur da vigneto 'naturale' Un nome preso dal dialetto locale, il patois. Na!, letteralmente tradotto in No!. Un avverbio di negazione che, come ci racconta Didier, identifica il "no ai diserbanti, no agli insettici e no ai prodotti di sintesi" Inoltre questo prodotto è vinificato in acciaio con un basso utilizzo di anidride solforosa. Dopo la vinificazione il vino passa qualche mese in legno (botte grande), poi imbottigliato e.... bevuto! Composto da 70% Petit Rouge, 10% Cornalin, 10% Fumin e 10% Premetta ci offre la visione che Didier ha del Torrette Superieur con una vigna coltivata in modo naturale. Abbinamenti consigliati Per un vino di questo calibro bisogna assolutamente rimanere in Valle d'Aosta e abbinarlo a Fontina, mocetta e pane nero.  
 15.00 IVA inclusa Acquista
Non disponibile il vino della Bassa Valle, rosso corposo Vista Veloce

Arnad Montjovet DOC – Dino Bonin – Boën

Arnad-Montjovet DOC Dall'unione di uve Picotendro, selezione regionale del Nebbiolo, e Pinot Noir nasce dai pendii della bassa Valle d'Aosta l'Arnad-Montjovet, vino secco e armonico. Conosciuto già nei secoli scorsi, con il passare degli anni è andato affermandosi come importante attore del panorama enologico valdostano. Il colore è rubino scarico con riflessi granata, mentre il profumo è fine ma intenso, con note di frutti rossi e spezie. In bocca risulta ben equilibrato, morbido, con fondo amarognolo. Come bere l'Arnad-Montjovet Seguendo la filosofia che vuole abbinati vini e piatti tipici della stessa terra, non si può non accompagnare il tipico lardo valdostano con un bicchiere di Arnad-Montjovet. Si sposa anche con piatti di carne e formaggi stagionati.
 10.60 IVA inclusa Per saperne di più
Non disponibile Pinot nero della Valle d'Aosta Vista Veloce

Pinot Noir DOC – Les Grange

Pinot Noir - Les Granges Il Pinot Nero, uno dei vitigni internazionali più coltivati in Valle d'Aosta. Esprime nella nostra regione il meglio dei suoi profumi e della sua delicatezza. "Sulla collina di Nus - ci racconta Gualtiero - questo vitigno è ben soleggiato e gode di abbondanti cure da parte nostra" L'espressione di questo vino è sicuramente giovane e profumata! Come bere il Pinot Noir Il Pinot Noir di Les Granges ha molti abbinamenti possibili grazie alla sua delicatezza. Sconsigliato con i piatti piccanti, molto consigliato con formaggi a pasta semidura (come la toma) o salumi con pochi grassi (bodeun).
 13.50 IVA inclusa Per saperne di più
Non disponibile Bottiglia Nus Vallée d'Aoste Vista Veloce

Nus DOC – Les Granges

Nus DOC Valle d'Aosta Un uvaggio di ben 5 vitigni autoctoni: Vien de Nus, Petit Rouge, Premetta, Mayolet e Fumin. Nomi di vitigni che a molti non diranno nulla ma bisogna sapere che questi sono le varietà di uve più importanti della Valle d’Aosta. Dalla loro unione nasce un vino di media intensità ma molto persistente. Il suo colore varia dal rosso rubino al granata. La presenza, per più del 70%, del Vien Nus gli conferisce eleganti note tanniche e vellutate sensazioni alcoliche. Come bere il Nus Il Nus può essere servito a tutto pasto, ma si accompagna stupendamente alla motsetta, il tipico salume bovino valdostano. È eccellente anche in abbinamento a selvaggine, insaccati freschi e stagionati, Fontina, tome e pane nero.
 13.50 IVA inclusa Per saperne di più
Vista Veloce

396 Nebbiolo – Piantagrossa

396 Nebbiolo della Valle d'Aosta 396 aesculus hippocastanum Vallée d’Aoste DOC Nebbiolo 396, come gli anni dell’ippocastano che svettava nel cortile. Un Nebbiolo giovane, affinato per 8 mesi in acciaio, che esprime freschezza, eleganza e piacevolezza.
 15.00 IVA inclusa Acquista
rouge dop vallée d'aoste marco martin Vista Veloce

Coteau Barrage – Lo Triolet

Coteau Barrage - 80% Syrah e 20% Fumin      
 25.00 IVA inclusa Acquista
Non disponibile vino rosso valdostano mix di 3 vitigni autoctoni Vista Veloce

Vino Rosso – “33” – Dino Bonin – Boën

Un terzo Picotendro, un terzo Neyret e un terzo Roussin. Il tutto per ottenere un vino 100% valdostano. Dalla passione di Dino Bonin e del papà Cesarino nasce un vino che ha le sue radici nei vecchi vitigni autoctoni valdostani. Un vino di ricerca che - come di Dino - "ha visto il suo nome nascere proprio dalla voglia di mettere in parti uguali 3 dei vitigni di Arnad, ognuno partecipa per il 33%". Un sapore particolare che ricorda la Valle d'Aosta e i profumi della bassa Valle. Eccovi il nuovo vino della famiglia Bonin: 33!
 9.80 IVA inclusa Per saperne di più
Non disponibile Fronte Vino Boen Rosso Vista Veloce

Pinot Noir DOP – Dino Bonin – BoËn

Pinot noir DOP

Pinot Noir - Bonin - Boen

Un vitigno internazionale dalla storia nobile ben adattato all’arduo territorio della Valle d’Aosta. Un vitigno a bacca nera che, ci racconta Dino “è stato piantato per la prima volta da mio papà nel 1973″. 

Questo vitigno fa da “collegamento” tra la famiglia dei vini rossi e dei bianchi; Dino Bonin infatti vinifica questo vino sia in rosso che “in bianco”.

Il Pinot Noir vinificato in rosso è armonico e fine; caratterizzato da un sentore vellutato e dalle componenti organolettiche ben equilibrate.

Conservazione

Conservare in cantina e consumare preferibilmente dopo aver lasciato la bottiglia alcuni mesi a riposo.

Come bere il Pinot Noir

Per esaltare il sapore discreto del Pinot si consiglia di abbinarlo con piatti non troppo elaborati o dai sapori intensi. Da evitare assolutamente il piccante.

 10.60 IVA inclusa Per saperne di più
Torna all'inizio

Causa emergenza sanitaria tutti gli ordini subiranno dei ritardi Rimuovi