Caricando il contenuto
Navigation
Account
Carrello 0 items for  0.00

Nessun prodotto nel carrello.

Pinot Gris DOP – Gerbelle

‹Ritorna indietro
Descrizione

Descrizione prodotto

Pinot gris

nome vino: Pinot Grigio Le Plantse Valle d’Aosta DOP
zona di produzione: Comune di Villeneuve
superficie: 2.500 mq
allevamento: Guyot semplice
esposizione: ovest
anno di impianto: 1998/1999/2003

vitigni: Pinot Grigio 100%
vinificazione: le uve vengono sottoposte a breve macerazione pellicolare dopo di che si procede con la pressatura. Parte del mosto fermenta in acciaio e parte in piccoli fusti di rovere francese.
affinamento: Segue affinamento sulle fecce fini per circa 4 mesi.
numero bottiglie: Le rese di 56 hl di vino per ettaro danno origine a 1900 bottiglie da 0,75 L.

Informazioni Aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Producer

Annata

Gradazione

Vitigno

Bottiglia

Denominazione vino

Origine

Recensioni (0)

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni

Be the first to review “Pinot Gris DOP – Gerbelle”

Didier Gerbelle

Fare vino per Didier Gerbelle è questione di perizia e passione, ma soprattutto è una tradizione di famiglia che affonda le radici all’inizio del Novecento.

“Il nonno – racconta Didier – ha imbottigliato il suo vino, qui ad Aymavilles, fino al 1989.”

Leggi il profilo completo »

Prodotti Correlati

Fotografia bottiglia di vino Bianco DOC Valle d'Aosta prodotta da Lo Triolet Vista Veloce

Muscat Petit Grain DOC – Lo Triolet

Nei nostri vigneti di montagna è la mano dell’uomo che raccoglie e seleziona con cura ogni grappolo d’uva. L’ampia escursione termica, i suoli sabbiosi e il clima montano danno origini a vini eleganti, fini e di grande apertura olfattiva. Unici. Come unica è la Vallée.
 15.50 IVA inclusa Acquista
Selezione di Pinot Gris de Les Granges in Valle d'Aosta Vista Veloce

Nus Malvoisie DOC – Les Granges

Nus Malvoisie - Les Granges Il Nus Malvoisie è prodotto nel comune di Nus a partire da uve Malvoisie, il nome della selezione locale di Pinot Gris, da non confondere con le uve Malvasia. I grappoli migliori vengono pigiati e fatti fermentare adagio, dopodiché questa piccola perla dell'enologia valdostana matura in piccole botti di legno, affinché la stagionatura ne esalti i sapori e i profumi. Dal colore giallo paglierino limpido, con riflessi dorati più o meno intensi a seconda della maturazione, il Nus Malvoisie si presenta al naso con aromi intensi di frutta che ricordano la pesca e la pera. Il sapore è persistente e salino. Come bere il Nus Malvoisie - abbinamenti Il Nus Malvoisie è un eccellente vino da aperitivo, ma accompagna eccellentemente anche antipasti e primi piatti. Da provare anche con secondi di carne bianca o pesce. Temperatura di servizio: 8°-10°C.
 13.50 IVA inclusa Acquista
Vista Veloce

Mistigri – Pinot Gris Passito – Lo Triolet

Mistigri - passito di Pinot Grigio 100% Il Pinot Grigio più premiato della Valle d'Aosta trasformato in uno dei passiti più particolari di sempre. Una vinificazione che permette al Pinot Gris di esaltare tutte le sue caratteristiche. 20% in barrique e 80% in botti di acciaio, successivamente assemblato. Tipico appassimento di montagna: uve in cassette per circa due mesi, successivamente diraspate e piagiate. Con questo tipo di appassimento l'acqua presente negli acini diminuisce esaltando il contenuto zuccherino di questo vitigno.    
 24.00 IVA inclusa Acquista
il più famoso della Valle d'Aosta Vista Veloce

Nus Malvoisie Flétri DOC – Les Granges

Nus Malvoisie Flétri - Les Granges Il Nus Malvoisie era considerato un vino di lusso prelibato già nel lontano 1838 da Lorenzo Gatta, illustre studioso di vini. Il Nus Malvoisie flétri si ottiene dai grappoli migliori di biotipi di Pinot Grigio, fatti appassire all’ombra in ambienti arieggiati. Una fermentazione lenta e forzata in piccole botti fa di questo vino una perla dell’enologia valdostana. Molto caratteristico è il colore di questo passito,caldo, giallo dorato intenso con evidenti sfumature ambrate e brillante. Il profumo è molto intenso, persistente e con evidente carattere alcolico. Sentori di frutta matura e fichi secchi caratterizzano i complessi profumi. Al palato si presenta delicatamente dolce e piacevolmente morbido. Conservazione Il Nus Malvoisie Flétri è un vino che si presta a un buon invecchiamento (5-6 anni) purché conservato in locali adeguati a temperatura costante di 10°-15°C a bottiglia coricata e non esposta alla luce. Come bere il Malvoisie Flétry - abbinamenti Eccellente vino da meditazione, ottimo con le tegole della Valle d’Aosta (dolci a pasta secca) e con i dolci, in generale. Servire a 12° per esaltarne le caratteristiche sensoriali.
 21.00 IVA inclusa Acquista
vino bianco fermentato a freddo Vista Veloce

Chardonnay DOC – Bonin Dino – Boën

Chardonnay Lo Chardonnay è forse il vitigno alloctono che meglio si è adattato al territorio valdostano. Cresce bene infatti in tutti i comuni produttori di uve della Valle d'Aosta. “La particolarità della mia produzione” ci racconta Dino “è la fermentazione a freddo”, ottenuta attraverso il raffreddamento attivo delle botti. Lo Chardonnay è un vino giovane e fresco, dal profumo intenso e fruttato. Il gusto è sapido, asciutto e pieno. Come bere lo Chardonnay Data la sua versatilità, lo Chardonnay è un bianco da tutto pasto, può accompagnare sia piatti semplici che ricette elaborate e portate impegnative.
 10.60 IVA inclusa Acquista
Il Bianco più alto d'Europa prodotto ai piedi del Monte Bianco Vista Veloce

Blanc de Morgex et de La Salle DOP- Vevey

Il Blanc de Morgex et de La Salle deve il proprio nome ai due comuni dove vengono coltivate le uve con le quali viene prodotto. Su questo territorio, situato sulle pendici del Monte Bianco, sorgono vigne fin dalla prima colonizzazione romana delle Alpi occidentali, nel I secolo a.C.. Su questi pendii, a 1200 metri s.l.m., in più di due millenni le tecniche di coltura sono state via via perfezionate e tramandate, permettendo la produzione del vino più alto d'Europa. Il Prié Blanc è uno degli ultimissimi vitigni completamente franchi di piede, ovvero coltivabile da seme e non innestato sulla radice della vite americana. Le altitudini di coltivazione sono così estreme che nemmeno la Fillossera, l'insetto parassita della vite che ha decimato le vigne Europee dal 1860, può spingersi così in alto. “Ogni annata è una scommessa contro il tempo per raggiungere la maturazione”, ci spiega Marco, tenuto conto delle difficili condizioni climatiche a 1200 metri d’altitudine. “I vigneti sono coltivati a pergola bassa, per sfruttare al meglio il calore del terreno. Si lavora da sopra e si raccoglie da sotto. La struttura della pergola è in legno con i sostegni in pietra di Morgex.” Come bere il Blanc de Morgex et de La Salle - Abbinamenti consigliati Questo vino decisamente acido si accompagna bene ad antipasti, primi delicati, piatti di pesce come ad esempio la trota di montagna, carni bianche e formaggi freschi. Servire fresco: ottimo come aperitivo o con il dessert.
 18.00 IVA inclusa Acquista
bottiglia slanciata per il bianco più alto d'Europa Vista Veloce

Blanc Flapì – Vevey

Blanc Flapì - 100% Prié Blanc franco di piede Per ottenere questo vino passito vengono selezionate le migliori uve dell’azienda. I grappoli vengono fatti appassire in apposite cassettine fino al periodo di Natale. “Si aspetta il freddo intenso (-­10°/­-11°) per iniziare il processo di vinificazione.” Le basse temperature permettono di concentrare in modo naturale gli zuccheri contenuti all’interno dei fragili acini. Il risultato è sicuramente un vino di carattere, nato da uve che non temono il freddo ed è l’ennesima dimostrazione della capacità dell’uomo di trasformare un’avversità climatica, il gelo, in una risorsa a suo favore. La produzione di questo passito è biennale. Le uve più alte d’europa, appassite e congelate ai freddi inverni dell’alta Valle d’Aosta, che ne concentrano gli zuccheri, sono pressate alla temperatura di -10°; una lenta fermentazione di oltre 6 mesi origina un vino al 14,5% di gradazione alcolica ed un residuo zuccherino di 110gr/lt. Il Blanc Flapì è un prodotto unico, molto particolare, diverso, che coniuga la freschezza e l’acidità del Prié Blanc al calore di un classico vino passito. Consigli per bere questo vino passito Si consiglia di servirlo fresco a fine pasto, con i dolci, anche se ottimo è il suo accompagnamento al piatto dei formaggi, meglio se stagionati o erborinati.  
 30.00 IVA inclusa Acquista
Vino Pluripremiato, il Pinot Gris: la punta di diamante de Lo Triolet Vista Veloce

Pinot Gris DOC – Lo Triolet

Un vino che ormai è stato riconosciuto come il miglior Pinot Gris della zona. Vincitore di svariati premi come il 3 bicchiere gambero rosso, il Pinot di Marco Martin rappresenta l'evoluzione qualitativa dell'enologia valdostana. Il Pinot Gris è un vitigno a maturazione precoce, famoso e coltivato in buona parte del mondo. Il territorio valdostano, grazie al suo clima, alla composizione del suo terreno e all'abilità dei suoi “vignerons”, trasforma questo vitigno internazionale in un vino davvero interessante, spingendone le colture fino ad altitudini elevate. Il gusto, secco e armonico, è caratterizzato da una piacevole nota calda. All'olfatto offre note decisamente fruttate che ricordano la pera e la pesca. Come bere il Pinot Gris - abbinamenti consigliati Grazie alle sue sensazioni alcoliche, il Pinot Gris ha un eccellente effetto stimolante sull'appetito, motivo per il quale è considerato ottimo per gli aperitivi e gli antipasti. Il suo gusto si accosta piacevolmente a quello della fonduta di Fontina, grazie alle curiose alchimie che spesso si creano tra i prodotti provenienti dalla stessa terra.    
 15.50 IVA inclusa Acquista
Vista Veloce

Pinot Gris DOC en barrique – Lo Triolet

Pinot Gris élevé en Barrique Una versione di Pinot Gris che affiancata a quella semplice e al passito formano un trio incredibile. Provate questo vitigno nelle sue versioni. Il Pinot Grigio coltivato a Introd è ormai una realtà della cantina Lo Triolet. Il Pinot Gris è un vitigno a maturazione precoce, famoso e coltivato in buona parte del mondo. Il territorio valdostano, grazie al suo clima, alla composizione del suo terreno e all'abilità dei suoi “vignerons”, trasforma questo vitigno internazionale in un vino davvero interessante, spingendone le colture fino ad altitudini elevate. La versione di questo vino in barrique è stato un esperimento che ha avuto un successo incredibile.      
 25.00 IVA inclusa Acquista
Bottiglia vino bianco Bonin Vista Veloce

Petite Arvine DOP – Dino Bonin – BOËN

Petite Arvine DOP Vallée d'Aoste Vino prodotto da due vigneti diversi: uno del 1989 e l'altro del 2000. Questo vitigno a bacca bianca viene vinificato e fatto fermentare a bassa gradazione. "Viene inserita una serpentina di acqua fredda all'interno della botte - ci spiega Dino - per raffreddare e rallentare la fermentazione" Conservazione Lasciare riposare qualche mese per esaltarne il sapore, altrimenti berlo subito fresco. Come bere il Petite Arvine In un bicchiere non troppo ampio a 10°-12°. Accompagnare con formaggi erborinati o stagionati con pane nero e miele.
 14.60 IVA inclusa Acquista
Torna all'inizio