Caricando il contenuto
Navigation
Account

Fumin 2010DOP – Gerbelle

‹Ritorna indietro
Descrizione

Descrizione

Nome vino: FUMIN VALLE D’AOSTA DOP
Zona di produzione: le uve crescono in diversi appezzamenti siti nei comuni di Aymaviles e Villeneuve
Superficie: 2200 mq
Allevamento: Guyot semplice
Esposizione: ovest-est
Anno di impianto: 1995/2005/2008

Epoca di vendemmia: molto tardiva, avviene nella prima decade di novembre al fine di ottenere la piena maturità fenolica
Vitigni: Fumin 100%
Vinificazione: giunte in cantina le uve vengono diraspate, pigiate e convogliate in tini in legno nei quali si svolgerà la fermentazione alcolica. Finita la fermentazione alcolica il cappello di vinacce viene steccato e si procede con una lunga macerazione post fermentativa che dura fino a 6-8 settimane. Dopo il primo travaso il vino va incontro alla fermentazione malo lattica nella primavera successiva
Affinamento: il vino affina per 36 mesi in barriques di rovere francese al quale fa seguito un ulteriore affinamento in bottiglia della durata di 12 mesi prima della commercializzazione
Numero bottiglie: le rese di 42hL di vino per ettaro danno origine a 1200 bottiglie da 0,75 L

Informazioni Aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Producer

Gradazione

Vitigno

Bottiglia

Denominazione vino

Origine

Recensioni (0)

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni

Be the first to review “Fumin 2010DOP – Gerbelle”

Prodotti Correlati

Torette superieur, prodotto da Didier Gerbelle - DOP Valle d'Aosta Vista Veloce

Torrette Superieur Tsancognein DOP – Gerbelle

La Vigne Tsancognein è lo storico vigneto di famiglia. Una tipica vigna valdostana polivarietale, che presenta cioé diversi vitigni: Petit Rouge, Cornalin, Fumin e Premetta. Dalla miscela di queste varietà, o più precisamente dal loro uvaggio, nasce il Torrette Supérieur di Didier Gerbelle. “Sai una cosa interessante? Questo vigneto è franco di piede.” E cosa vuol dire? “Vedi, è semplice – spiega Didier – è autoctono al cento per cento. Non è innestato su radici americane resistenti alla fillossera, eppure ha una certa età: in parte ho rinnovato i pali, ma i ceppi hanno in media più di quarant'anni.” Abbinamenti consigliati Il gusto caldo e corposo del Torrette rende al meglio se abbinato a piatti di carne, specialmente arrosti e selvaggina. È ottimo anche a tutto pasto, specialmente se costituito da prodotti locali come salumi e formaggi.
 16.47 IVA inclusa Aggiungi al carrello
Bottiglia di Vino rosso Pinot Noir DOP Valle d'Aosta Vista Veloce

Pinot Noir DOC – Lo Triolet

Pinot Noir DOC Storia ed eleganza uniti in un’unica bottiglia. Di origini francesi ma ormai coltivato in Valle d'Aosta da più di 50 anni, il Pinot nero è a tutti gli effetti protagonista del panorama enologico valdostano, sia nella variante vinificata in rosso che quella vinificata in bianco. Il colore è rosso rubino. Al naso è intenso, persistente e floreale. Al palato è secco con presenza di tannini eleganti. Come bere e abbinare questo vino Il Pinot nero è ottimo con agnello e primi piatti con sugo di cacciagione da accompagnare con il pane nero .
 16.70 IVA inclusa Aggiungi al carrello
Non disponibile vino rosso valdostano mix di 3 vitigni autoctoni Vista Veloce

Vino Rosso – “33” – Dino Bonin – Boën

Un terzo Picotendro, un terzo Neyret e un terzo Roussin. Il tutto per ottenere un vino 100% valdostano. Dalla passione di Dino Bonin e del papà Cesarino nasce un vino che ha le sue radici nei vecchi vitigni autoctoni valdostani. Un vino di ricerca che - come di Dino - "ha visto il suo nome nascere proprio dalla voglia di mettere in parti uguali 3 dei vitigni di Arnad, ognuno partecipa per il 33%". Un sapore particolare che ricorda la Valle d'Aosta e i profumi della bassa Valle. Eccovi il nuovo vino della famiglia Bonin: 33!
 9.80 IVA inclusa Leggi tutto
Non disponibile Fronte Vino Boen Rosso Vista Veloce

Pinot Noir DOP – Dino Bonin – BoËn

Pinot noir DOP

Pinot Noir - Bonin - Boen

Un vitigno internazionale dalla storia nobile ben adattato all’arduo territorio della Valle d’Aosta. Un vitigno a bacca nera che, ci racconta Dino “è stato piantato per la prima volta da mio papà nel 1973″. 

Questo vitigno fa da “collegamento” tra la famiglia dei vini rossi e dei bianchi; Dino Bonin infatti vinifica questo vino sia in rosso che “in bianco”.

Il Pinot Noir vinificato in rosso è armonico e fine; caratterizzato da un sentore vellutato e dalle componenti organolettiche ben equilibrate.

Conservazione

Conservare in cantina e consumare preferibilmente dopo aver lasciato la bottiglia alcuni mesi a riposo.

Come bere il Pinot Noir

Per esaltare il sapore discreto del Pinot si consiglia di abbinarlo con piatti non troppo elaborati o dai sapori intensi. Da evitare assolutamente il piccante.

 10.60 IVA inclusa Leggi tutto
Non disponibile Vista Veloce

Au Dessus – Piantagrossa

Au Dessus Nebbiolo della Valle d'Aosta AU-DESSUS sta, come dice il nome, “al di sopra” del DESSUS: frutto delle uve delle vigne più alte destinate ad un lungo invecchiamento. Un Nebbiolo in purezza, affinato per 24 mesi in botte Stockinger di rovere austriaco, austero ed elegante.
 26.00 IVA inclusa Leggi tutto
Non disponibile Pinot nero della Valle d'Aosta Vista Veloce

Pinot Noir DOC – Les Grange

Pinot Noir - Les Granges Il Pinot Nero, uno dei vitigni internazionali più coltivati in Valle d'Aosta. Esprime nella nostra regione il meglio dei suoi profumi e della sua delicatezza. "Sulla collina di Nus - ci racconta Gualtiero - questo vitigno è ben soleggiato e gode di abbondanti cure da parte nostra" L'espressione di questo vino è sicuramente giovane e profumata! Come bere il Pinot Noir Il Pinot Noir di Les Granges ha molti abbinamenti possibili grazie alla sua delicatezza. Sconsigliato con i piatti piccanti, molto consigliato con formaggi a pasta semidura (come la toma) o salumi con pochi grassi (bodeun).
 13.50 IVA inclusa Leggi tutto
Perchè no, un vino della Valle d'Aosta Vista Veloce

Peque-Na! Rouge DOP – Gerbelle

Peque-na! - Gerbelle Peque-na è un'espressione dialettale valdostana. Significa 'Perché no'. “È quello che mi sono detto quando ho pensato di fare questo vino …perché no?” Per produrlo Didier Gerbelle usa tre vitigni autoctoni: soprattutto Cornalin (70%) e poi Premetta e Fumin. “Mio nonno mi ha insegnato che è meglio non vinificare il Cornalin da solo. Poco colore, poca acidità.” Questo vino ha una particolarità. I tre vitigni vengono lavorati con il metodo del “ripasso”. Cornalin e Fumin fermentano insieme, mentre nel frattempo le uve pregiate della Premetta vengono raccolte e lasciate appassire all'aria aperta. “Raggiunto il giusto grado di appassimento anche queste vengono pigiate e assemblate con il resto. Il tutto rifermenta e macera ancora per trenta giorni.” Come bere il Peque-na Questo vino secco e profumato è ottimo a tutto pasto, ma si sposa alla perfezione con i piatti di carne, in particolar modo con gli arrosti. Eccellente anche per accompagnare un tagliere di salumi e formaggi locali.
 16.47 IVA inclusa Aggiungi al carrello
vino più famoso della Valle d'Aosta Vista Veloce

Torrette Superiore DOP – Vigne Planté – Gerbelle

Torrette Superieur - Vigne Planté - Didier Gerbelle Un vino proveniente da una vigna centenaria in cui il Petit Rouge è ancora franco di piede. Una lavorazione in cantina che prevede la svinatura e il passaggio in barrique di diverse età dove il vino termina la fermentazione alcolica.  Dopo la malolattica, avvenuta in legno, il vino affina per due anni in barrique. "Tra tutti i miei vini - ci racconta Didier - è quello più giocato sulla finezza e l'eleganza. La particolarità sicuramente in questa bottiglia sono le uve che provengono da una vigna a cui tengo molto e in cui sono riuscito a utilizzare il franco di piede in tutta la sua peculiarità" Il torrette in questa versione rappresenta al meglio la modernità che Didier ha portato nei suoi vini. Il Torrette è qui composto da Petit Rouge 70%, 10% Cornalin, 10% Fumin, 10% Premetta. Come bere il Torrette Vigne Planté Il Torrette Vigne Planté si abbina alla perfezione a piatti elaborati e intensi come portate di selvaggina, polente concie e fondute di Fontina molto aromatiche.
 20.00 IVA inclusa Aggiungi al carrello
Non disponibile il vino della Bassa Valle, rosso corposo Vista Veloce

Arnad Montjovet DOC – Dino Bonin – Boën

Arnad-Montjovet DOC Dall'unione di uve Picotendro, selezione regionale del Nebbiolo, e Pinot Noir nasce dai pendii della bassa Valle d'Aosta l'Arnad-Montjovet, vino secco e armonico. Conosciuto già nei secoli scorsi, con il passare degli anni è andato affermandosi come importante attore del panorama enologico valdostano. Il colore è rubino scarico con riflessi granata, mentre il profumo è fine ma intenso, con note di frutti rossi e spezie. In bocca risulta ben equilibrato, morbido, con fondo amarognolo. Come bere l'Arnad-Montjovet Seguendo la filosofia che vuole abbinati vini e piatti tipici della stessa terra, non si può non accompagnare il tipico lardo valdostano con un bicchiere di Arnad-Montjovet. Si sposa anche con piatti di carne e formaggi stagionati.
 10.60 IVA inclusa Leggi tutto
Non disponibile Bottiglia Vallée d'Aoste Valle d'Aosta Vista Veloce

Fumin DOC – Les Granges

Fumin DOC Valle d'Aosta Un vino rosso autoctono dalle piacevoli sensazioni olfattive. Gualtiero racconta: "la buona esposizione dei miei vigneti e l'affinamento 50% in botti di acciaio e 50% in rovere permette a questo vino di esprimersi al massimo delle sue potenzialità". Un vino che sta facendo la storia della Valle d'Aosta, riscoperto da poco e ormai diventato un vino di successo, il Fumin ha un profumo intenso e al palato si presenta vellutato e morbido. Conservazione Se conservato in locali con temperature tra i 10° e i 15° il Fumin non può che migliorare. La bottiglia coricata e non esposta alla luce garantisce al Fumin un buon invecchiamento (3/5 anni) che ne esalta il sapore e i profumi. Come bere il Fumin Da accompagnare con carni rosse, selvaggina in generale, civet e formaggi con lunga stagionatura per esaltarne a pieno il sapore intenso.
 19.00 IVA inclusa Leggi tutto
Torna all'inizio