Caricando il contenuto
Navigation
Account
Carrello 0 items for  0.00

Nessun prodotto nel carrello.

Miele di Castagno – Glarey

Ritorna indietro
Informazioni Aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Producer

Confezione (gr)

, ,

Origine

Recensioni (0)

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni

Be the first to review “Miele di Castagno – Glarey”

Marco Glarey

L’apicoltura nomade in Valle d’Aosta somiglia alla transumanza delle mucche. Le api di Erminio e Marco svernano in basso, a Villeneuve o Saint-Pierre, ma con l’arrivo della bella stagione vengono portate in montagna, seguendo le diverse fioriture.

Alcune arnie d’estate vengono dislocate all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso, in Val di Rhêmes e in Valsavarenche, per la produzione di miele di rododendro e millefiori di alta montagna.

Leggi il profilo completo »

Prodotti Correlati

Non disponibile miele alla nocciola Vista Veloce

Miele Dolce Nocciola – Glarey

Dolce Nocciola - Miele di Acacia e Nocciole IGP piemontesi Dall'unione tra il miele di acacia più puro e le nocciole IGP piemontesi più saporite nasce il Dolce nocciola, crema spalmabile a base di miele della Valle d'Aosta. Una vera e propria leccornia che i più golosi, grandi e piccini, non potranno non amare. Una o due fette di pane nero valdostano spalmate di Dolce nocciola costituiscono una colazione genuina e salutare, o una merenda golosa e bilanciata. Cosa fare se il miele è cristallizzato Per molti il miele è una prelibatezza, ma se in questo stato il miele non soddisfa il vostro palato, basta metterlo a bagno maria per qualche minuto e il gioco è fatto: il miele ritorna liquido! Ricordiamo che la cristallizzazione è un processo naturale che molte volte viene ricercato, diffidate dai mieli che non si cristallizzano.
 5.08 7.39 IVA inclusa Scegli
Non disponibile prodotto e confezionato da apicoltore valdostano Vista Veloce

Miele Melata di Bosco – Glarey

Melata di Bosco Negli ambienti dove è scarsa la presenza di nettare, come i boschi di conifere, le api ricorrono al bottinamento della melata: le secrezioni di altri insetti che a loro volta si sono nutriti della linfa delle piante. Questo comportamento, è vitale per la sopravvivenza dei boschi e fornisce, inoltre, un prodotto assai particolare e ricercato. Decisamente meno dolce dei mieli derivanti dalla trasformazione del nettare, possiede un bouquet di aromi molto complesso, che i veri intenditori apprezzeranno di sicuro! Marco ci racconta come questo miele sia “ogni anno una scommessa”, poiché “la transumanza delle arnie nei boschi è molto faticosa e la produzione di melata molto variabile di anno in anno”. Di media intensità, sia al gusto che all'olfatto. Il colore varia da ambra scura a quasi nero. Al naso ha note di passata di pomodoro, di frutta cotta, di confettura di fichi. Il gusto rispecchia le sensazioni olfattive. Mediamente persistente. Cosa fare se il miele è cristallizzato Per molti il miele è una prelibatezza, ma se in questo stato il miele non soddisfa il vostro palato, basta metterlo a bagno maria per qualche minuto e il gioco è fatto: il miele ritorna liquido! Ricordiamo che la cristallizzazione è un processo naturale che molte volte viene ricercato, diffidate dai mieli che non si cristallizzano.  
 4.31 11.55 IVA inclusa Scegli
Non disponibile dai prati di montagna al vasetto di miele Vista Veloce

Miele Millefiori – Glarey

Miele Millefiori Molti potrebbero pensare che, non essendo prodotto con un unico tipo di nettare, il millefiori sia un prodotto inferiore rispetto alle altre tipologie di miele. Ebbene, chi pensasse così si sbaglierebbe di grosso! Gli apicoltori valdostani da secoli sfruttano ogni particolarità del territorio alpino della valle d'Aosta per dare origine a un millefiori unico e inimitabile, portando le arnie ad altitudini estreme, fino a raggiungere quasi i 2000 metri, sopra la linea degli alberi, dove gli unici fiori bottinabili sono quelli selvatici di alta montagna: una vera e propria prelibatezza per le api, che in cambio restituiscono uno dei mieli più squisiti d'Europa. Miele di media intensità, sia al gusto che all'olfatto. Il colore varia da ambra chiaro a ambra scuro quando è liquido, da beige a beige scuro quando cristallizzato. Le sensazioni olfattive e gustative variano a seconda delle fioriture che le api vanno a bottinare. Cosa fare se il miele è cristallizzato Per molti il miele è una prelibatezza, ma se in questo stato il miele non soddisfa il vostro palato, basta metterlo a bagno maria per qualche minuto e il gioco è fatto: il miele ritorna liquido! Ricordiamo che la cristallizzazione è un processo naturale che molte volte viene ricercato, diffidate dai mieli che non si cristallizzano.
 4.31 11.55 IVA inclusa Scegli
Non disponibile vasetto grande di miele della Valle d'Aosta Vista Veloce

Miele di Tiglio – Glarey

Miele di Tiglio Il Miele di tiglio valdostano viene da sempre apprezzato per le sue rinomate proprietà balsamiche e decongestionanti, oltre che per l'aroma caratteristico. Utilizzato tradizionalmente in Valle d'Aosta come “rimedio della nonna” per la tosse e il raffreddore, ha molteplici applicazioni anche in cucina: ottimo sui formaggi stagionati o per dolcificare infusi e liquori. Miele di media intensità, sia al gusto che all'olfatto. Il colore varia da ambra chiaro a ambra con riflessi giallo-versi quando è liquido, da avorio a beige quando è cristallizzato. Al naso ha note fresche, mentolate, balsamiche. Il gusto rispecchia le sensazioni olfattive. Molto persistente. Con cosa abbinarlo Una buona colazione, spalmato sul pane nero, oppure utilizzato per rendere ancora più gustoso il lardo. Cosa fare se il miele è cristallizzato Per molti il miele è una prelibatezza, ma se in questo stato il miele non soddisfa il vostro palato, basta metterlo a bagno maria per qualche minuto e il gioco è fatto: il miele ritorna liquido! Ricordiamo che la cristallizzazione è un processo naturale che molte volte viene ricercato, diffidate dai mieli che non si cristallizzano.
 5.07 12.32 IVA inclusa Scegli
Non disponibile dal rosa dei suoi fiori al miele più buono di sempre Vista Veloce

Miele di Rododendro – Glarey

Miele di Rododendro Da arbusti fioriti che crescono in Valle d'Aosta attorno ai 1000 metri di altitudine, detti anche rose delle Alpi, si ricava questo delizioso miele, dalle proprietà ricostituenti e rinvigorenti. Il rododendro fiorisce tra giugno e agosto, a seconda delle altitudini, costringendo l'apicoltore a “rincorrere” le profumatissime piante, spostando sempre più in alto le arnie. L'estrema variabilità di produzione tra un anno e l'altro rende il miele di rododendro valdostano un prodotto raro, da gustare quando c'è e da desiderare quando manca. Miele di debole intensità, sia al gusto che all'olfatto. Di colore giallo paglierino allo stato liquido, da bianco a beige quando cristallizzato. Al naso ha sentori leggermente floreali, al gusto è molto delicato, fresco, fine, poco persistente. Cosa fare se il miele è cristallizzato Per molti il miele è una prelibatezza, ma se in questo stato il miele non soddisfa il vostro palato, basta metterlo a bagno maria per qualche minuto e il gioco è fatto: il miele ritorna liquido! Ricordiamo che la cristallizzazione è un processo naturale che molte volte viene ricercato, diffidate dai mieli che non si cristallizzano.
 5.07 12.32 IVA inclusa Scegli
Non disponibile il formato più grande di miele Vista Veloce

Miele di Acacia – Glarey

Miele di Acacia Il miele di acacia viene prodotto nelle zone a cavallo tra la Valle d'Aosta e il Canavese, dove l'acacia cresce rigogliosa e profuma l'aria nel mese di maggio. Grazie all'elevato contenuto di fruttosio può essere utilizzato come sostituto diretto dello zucchero, senza alterare eccessivamente il sapore della bevanda o della pietanza. Il miele di acacia valdostano è altamente digeribile. Per questa proprietà è molto indicato per l'alimentazione dei più piccoli. Miele di debole intensità, sia al gusto che all'olfatto. Il colore varia da quasi trasparente a giallo paglierino. Al naso ha sentori leggermente floreali, di cera nuova. Al gusto è molto dolce, delicato, con note tipicamente vanigliate (confettato), poco persistente. Come utilizzarlo Questo miele si presta ad essere utilizzato al posto delle zucchero ma sicuramente il suo impiego perfetto è con i dolci, come ad esempio i Ses Amis. Cosa fare se il miele è cristallizzato Per molti il miele è una prelibatezza, ma se in questo stato il miele non soddisfa il vostro palato, basta metterlo a bagno maria per qualche minuto e il gioco è fatto: il miele ritorna liquido! Ricordiamo che la cristallizzazione è un processo naturale che molte volte viene ricercato, diffidate dai mieli che non si cristallizzano.
 5.07 12.32 IVA inclusa Scegli
Torna all'inizio