Caricando il contenuto
Navigation
Account
Carrello 0 items for  0.00

Nessun prodotto nel carrello.

Fontina DOP Valle d’Aosta – La Croix

Ritorna indietro
Descrizione

Descrizione prodotto

IMPARA A RICONOSCERE LA VERA FONTINA – Clicca qui per saperne di più.

Il latte destinato alla trasformazione in Fontina deve essere prodotto in Valle d’Aosta e avere i seguenti requisiti:

– crudo,
– intero,
– proveniente da una sola mungitura,
– di bovina appartenente alla razza valdostana (Pezzata rossa, pezzata nera, castana),
– l’alimentazione delle lattifere deve essere principalmente costituita da fieno ed erba verde prodotti in Valle d’Aosta

Il peso della confezione può subire leggere variazioni dovute al taglio e alla produzione artigianale.

Si consiglia di aprire la confezione 1 o 2 ore prima del consumo per lasciar evaporare eventuali odori dovuti al confezionamento sottovuoto.

Scrivi a info@tascapan.com se vuoi acquistare l’intera forma.

Informazioni Aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Producer

Confezione (gr)

, ,

Origine

Recensioni (1)

Recensioni

  1. (proprietario verificato)

    E’ la fontina tipica di Aosta che ho mangiato con la polenta concia durante una recente vacanza a Introd.
    Averla a casa mia e gustarla con la polenta che faccio nei giorni più freddi dell’anno è un piacere unico. E’ molto più saporita di quella fontina finta valdostana dei supermercati! Ne acquisterò ancora per regalarla ai miei amici più cari.
    Mirella Morelli

Add a review

La Croix

La società agricola La Croix a conduzione familiare, è il frutto di una grande passione, dell’amore e della dedizione per una terra che è tra le più soleggiate della Valle d’Aosta.

I titolari infatti coltivano il frutteto e il vigneto da generazioni e producono fontina, burro e formaggio.  Leggi il profilo completo –>

Le Nostre Offerte

sanguinaccio fatto con il sangue di maiale Vista Veloce

Boudin Valle d’Aosta – 130 gr – Segor

Boudeun, o Boudin, della Valle d'Aosta - 130gr Questo salume tipico valdostano, elemento immancabile di ogni tagliere tradizionale, è realizzato con lardo, patate, barbabietole, sangue suino o bovino e spezie. Il suo sapore, per una curiosa alchimia, è estremamente delicato ed equilibrato. Il dolce delle barbabietole, il sapido del lardo, il metallico del sangue e gli aromi delle spezie si amalgamano alla perfezione, dando origine a una vera e propria perla gastronomica della Valle d'Aosta: chi la assaggia se ne innamora istantaneamente! Corrado Segor ci spiega che la barbabietola è una fonte naturale di nitrati, gli additivi conservanti deputati a bloccare lo sviluppo di batteri nocivi, e che quindi non è necessario aggiungerne di artificiali. Questo insaccato è un PAT (prodotto agroalimentare tradizionale). Consigliato per gli antipasti o per gli aperitivi, da accompagnare con vini rossi corposi, ad esempio un Torrette Supérieur.
 2.70 IVA inclusa Acquista
il taglio del salume, come farlo Vista Veloce

Salsiccia Valle d’Aosta – 200 gr – Segor

Salsiccia Valdostana - 200gr La salsiccia della tradizione della Valle d'Aosta rispecchia tutta la genuinità e i sapori della terra dove viene sapientemente prodotta. Carne suina, carne bovina, vino rosso locale, spezie. Questi gli ingredienti principali del protagonista dei taglieri di salumi, ma da soli non sarebbero sufficienti: ogni eccellenza gastronomica dipende tanto dalla qualità degli ingredienti quanto dall'abilità del produttore. Ci spiega Diego Segor, infatti, che la fase più delicata della preparazione sta nel dosaggio degli ingredienti e nell'equilibratura degli aromi. Una volta ottenuta la “pasta” desiderata si passa all'insaccatura, rigorosamente in budello di maiale, quindi alla stagionatura. Le salsicce resteranno appese al buio per un certo lasso di tempo prima di raggiungere le botteghe, le tavole e i taglieri. Come accompagnare la Salsiccia Dopo aver tagliato la salsiccia a fettine e avergli tolto la pelle l'ideale è di mangiarla così al naturale, magari sorseggiando un buon vino rosso del territorio come il Fumin.
 5.20 IVA inclusa Acquista
pane di segale intero Vista Veloce

Pane Nero di segale, Pan Nèr – Panificio Frassy

Pane nero di Segale, in dialetto chiamato Pan Nèr. La tradizione insegna che il pane nero si fa seccare su delle rastrelliere per poter così avere il prodotto tutto l'inverno conservato in maniera ottimale. Ettore ci dice in più che "il pane nero da far seccare è da acquistare tra Novembre e Febbraio 10 giorni dopo la luna crescente fino all'ultimo quarto di luna". Tradizione e savoir faire per ottenere un pane nero genuino e di qualità. Ingredienti del mitico pane nero valdostano sono: lievito madre naturale (prodotto da Ettore tutti i giorni), farina bianca, farina di segale, sale e acqua. Il pane della Tradizione Valdostana! Peso indicativo: 1Kg
 5.00 IVA inclusa Acquista
Petit Rouge in purezza, prodotto da Didier Gerbelle - Valle d'Aosta - Aymavilles Vista Veloce

Petit Rouge DOP – Gerbelle

Petit Rouge DOC Il Petit Rouge è il vitigno autoctono più coltivato in Valle d'Aosta ed è presente in molti DOC della regione: Enfer, Torrette, Nus, Chambave… “Ma se ci pensi ha un brutto nome, no? – dice Didier, scherzando – Piccolo e rosso. Preferirei si chiamasse Grand Noir o Grand Violet!” Per valorizzare le sue caratteristiche peculiari Didier ha scelto di vinificarlo in purezza. Le uve di questa bottiglia provengono da una vigna che si trova nel comune di Villeneuve, coltivata nel pieno rispetto dell'ambiente. Si chiama Vigne Plan. Un vigneto su un terreno pianeggiante. Una cosa rara in un territorio montuoso come quello valdostano. Come bere il Petit Rouge  I profumi di rosa selvatica e frutti rossi del Petit Rouge si abbinano perfettamente a salumi, boudin, salsicce, formaggi valdostani e secondi di carne, ma è ottimo anche servito a tutto pasto per accompagnare zuppe locali e casse-croûte.
 14.28 IVA inclusa Acquista

Prodotti Correlati

Non disponibile la fontina più buona della Valle d'Aosta Vista Veloce

Fontina d’alpeggio DOP Gran Medaglia d’oro – 400 gr

Fontina d'ALPEGGIO DOP - Grande Medaille d'Or La Fontina che ha vinto il concorso fontine d'alpeggio ed ha ricevuto un punteggio superiore ai 92/100 punti nelle selezioni finali del Concours. Un pezzo da 400gr sottovuoto nella confezione studiata per i vincitori del concours. Come abbinare la Fontina Che dire, l'abbinamento perfetto è sicuramente con pane nero, salsicce e bodeun: la merenda dei valdostani. Come conservare la Fontina Si consiglia di aprire la confezione almeno due ore prima del consumo per liberare gli eventuali odori provocati dalla crosta. Il formaggio si può conservare, avvolto in una pellicola trasparente, nella zona meno fredda del frigorifero.
 12.00 IVA inclusa Per saperne di più
Non disponibile dettaglio del consorzio tutela fontina codice ctf Vista Veloce

Fontina d’alpeggio DOP Valle d’Aosta – Bonin

La fontina sarà pronta il 20 settembre 2017. Prenota la tua porzione o la tua forma di Fontina d'alpeggio in anticipo scrivendoci una mail a info@tascapan.com ! Fontina d'ALPEGGIO DOP - Gran medaglia d'oro Dai verdi pascoli del Grimondet, sui quali da secoli pascolano bovine di razza valdostana, sorge un alpeggio che da più di 10 anni è sinonimo di eccellenza nel campo della Fontina. A gestirlo è Sandro Bonin, allevatore al quale la giovane età non ha impedito di vincere la Medaglia d'Oro d'eccellenza per la Fontina d'alpeggio. Il latte usato è intero, crudo e rigorosamente munto a mano, cosa non da poco visto che l'alpeggio ha più di 140 ospiti! La trasformazione da latte a formaggio avviene nel rispetto della tradizione valdostana, secondo quanto previsto da un rigido disciplinare. La stagionatura, che ha luogo presso le “crotte” della Cooperativa Produttori Fontina a Valpelline, dura un minimo di tre mesi; durante questo periodo la salatura e la spazzolatura vengono effettuate manualmente, forma per forma, fino al raggiungimento della maturazione ottimale. Come abbinare la Fontina Che dire, l'abbinamento perfetto è sicuramente con pane nero, salsicce e bodeun: la merenda dei valdostani. Come conservare la Fontina Si consiglia di aprire la confezione almeno due ore prima del consumo per liberare gli eventuali odori provocati dalla crosta. Il formaggio si può conservare, avvolto in una pellicola trasparente, nella zona meno fredda del frigorifero.
 10.00 40.00 IVA inclusa Scegli
Toma alla sarieula di Verrayes in Valle d'Aosta Vista Veloce

Toma valdostana al timo selvatico – La Croix

Toma alla Sarieula, comunemente chiamata, Timo Selvatico Mai sentito parlare della Sarieula di Verrayes? Beh qui in Valle d'Aosta quasi tutti la conoscono e cercano i migliori posti dove raccoglierla. "La sarieula è il timo selvatico; c'è poco tempo per raccoglierlo e per mantenere il suo tipico aroma e oltretutto bisogna sapere dove cercare!". La famiglia La Croix non ci svela i segreti legati a questo formaggio, il consiglio è di venirli a trovare in Valle d'Aosta, passando da Maison Bruil, il museo della tradizione alimentare valdostana. Abbinamenti consigliati Da provare con il miele, il pane nero e il succo di mele golden. Come conservare la Toma Si consiglia di aprire la confezione almeno due ore prima del consumo per liberare gli eventuali odori provocati dalla crosta. Il formaggio si può conservare, avvolto in una pellicola trasparente, nella zona meno fredda del frigorifero.
 4.35 29.00 IVA inclusa Scegli
Non disponibile confezione medaglia d'oro di fontina Vista Veloce

Fontina d’alpeggio DOP Medaglia d’oro – 400 gr

Fontina d'ALPEGGIO DOP - Medaille d'Or La Fontina che ha vino il concorso fontine d'alpeggio ed ha ricevuto un punteggio compreso tra gli 88 e i 92 punti nelle selezioni finali del Concours. Un pezzo da 400gr sottovuoto nella confezione studiata per i vincitori del concours. Come abbinare la Fontina Che dire, l'abbinamento perfetto è sicuramente con pane nero, salsicce e bodeun: la merenda dei valdostani. Come conservare la Fontina Si consiglia di aprire la confezione almeno due ore prima del consumo per liberare gli eventuali odori provocati dalla crosta. Il formaggio si può conservare, avvolto in una pellicola trasparente, nella zona meno fredda del frigorifero.
 10.50 IVA inclusa Per saperne di più
dal cumino dei prati al formaggio della tradizione Vista Veloce

Toma valdostana al cumino – La Croix

Toma al cumino della Valle d'Aosta Dalla toma magra semplice alla toma aromatizzata il passo è breve. Un invenzione che ha dato quel tocco di 'sapore di prato montagna' a questo formaggio. 'Il cumino lo raccogliamo direttamente nelle vicinanze della nostra azienda' ci racconta Luisa 'Nasce spontaneo nei prati dove la biodiversità floreale è ricchissima e le bovine al pascolo mantengono questa varietà di specie foraggere negli anni' L'aromatizzazione della toma permette di avere molti sapori ben legati al tipico gusto della toma. Sono tutti aromi alpini che conferiscono alla toma qualcosa di speciale. Abbinamenti consigliati Da abbinare, anch'essi come la toma semplice, con vini bianchi freschi. Come conservare la Toma Si consiglia di aprire la confezione almeno due ore prima del consumo per liberare gli eventuali odori provocati dalla crosta. Il formaggio si può conservare, avvolto in una pellicola trasparente, nella zona meno fredda del frigorifero.
 4.35 29.00 IVA inclusa Scegli
dal latte scremato alla toma aromatizzata Vista Veloce

Toma magra al ginepro – La Croix

Toma valdostana al ginepro Latte scremato magro e ginepro fusi insieme in un formaggio unico. "Questo formaggio è proprio tradizionale, veniva fatto nel passato per dare un tocco di eleganza alla toma semplice. Noi lo abbiamo sempre fatto per noi e da alcuni anni abbiamo deciso di metterlo in commercio" Così Luisa ci racconta come è nata la toma al ginepro Abbinamenti consigliati Gusto molto particolare che vi farà fare un viaggio sensoriale nei pascoli alpini e nei boschi valdostani. Provate ad abbinarlo con prodotti veramente tradizionali come torrette superieur e pane nero. Come conservare la Toma Si consiglia di aprire la confezione almeno due ore prima del consumo per liberare gli eventuali odori provocati dalla crosta. Il formaggio si può conservare, avvolto in una pellicola trasparente, nella zona meno fredda del frigorifero.
 4.35 29.00 IVA inclusa Scegli
Fette di toma naturale Vista Veloce

Toma magra valdostana – La Croix

Toma magra semplice della Valle d'Aosta La toma è un prodotto della tradizione nato per recuperare anche il latte scremato e non buttare via niente. Se con il latte si decide di produrre il burro allora è necessario lasciarlo riposare al fresco per 1/2 giorni, durante questo periodo la panna di affioramento viene naturalmente 'a galla'. Una volta presa la panna e messa nella zangola, rimane nel calderone il latte scremato: l'ingrediente di base per la toma magra. Giorgio ci racconta che "per fare la toma utilizzo lo stesso processo di produzione della Fontina e la faccio stagionare anche qualche giorno in più prima di metterla in commercio" La toma magra dunque rappresenta un formaggio tradizionale da sempre prodotto dai nostri casari. Abbinamenti consigliati Da abbinare con vini bianchi freschi. Come conservare la Toma Si consiglia di aprire la confezione almeno due ore prima del consumo per liberare gli eventuali odori provocati dalla crosta. Il formaggio si può conservare, avvolto in una pellicola trasparente, nella zona meno fredda del frigorifero.
 3.90 26.00 IVA inclusa Scegli
vasetto di vetro di burro chiarificato Vista Veloce

Beuro Colò – Burro Chiarificato – La Croix

Beuro Coloù - burro fuso chiarificato Una tradizione rimasta invariata Il Beuro Colò (o Coloù) è nato per conservare al meglio il burro. Il procedimento di realizzazione di questo prodotto consiste nello portare lentamente a ebollizione il burro, successivamente si procede alla schiumatura continuando a scaldare a fuoco lento. Questo processo, comunemente detto di chiarifica, permette di eliminare l'acqua e le proteine del latte ancora presenti nel burro. Stato e conservazione Il Beuro Colò ha un colore che può variare dal bianco carta al giallo intenso quasi marrone. Questo prodotto ha tempi di conservazione molto lunghi. Si conserva in frigo fino alla data di scadenza.
 3.75 6.75 IVA inclusa Scegli
Torna all'inizio